Mercato europeo del parquet 2019 e prospettive future

22 Giugno 2020

Ecco i consumi totali del parquet in Europa, aggiornati al 2019, dopo che il 2018 aveva segnato una leggera contrazione. A fornire i dati, la  Federazione Europea del Parquet (FEP) su indicazione delle aziende associate e delle associazioni nazionali. I numeri dicono che, nel 2019, c’è stato un aumento dell’1,2% sul mercato europeo globale rispetto al 2018. Il 2018, a sua volta, ha visto una contrazione del mercato inferiore all’1% rispetto al 2017. Come sempre, però, i risultati mostrano alcune variazioni da Paese a Paese. Il miglioramento del mercato è dovuto principalmente al consumo di parquet osservato in Germania, Polonia, Francia e Italia. Mentre la Scandinavia sta segnando un calo. La produzione nel territorio FEP ha superato i 78 milioni di metri quadrati La produzione nel territorio FEP è cresciuta dell’1,6% e ha superato la soglia di 78 milioni di metri quadrati. È importante notare che, a partire dal 2007, i dati di produzione e consumo per l’Italia sono stati rivisti secondo il nuovo metodo utilizzato dalla Federazione nazionale italiana – Federlegno Arredo. La produzione europea al di fuori dei Paesi FEP è stimata in 14,2 milioni di metri quadrati, di cui 8,7 milioni prodotti nei Paesi dell’UE e 5,5 milioni di metri quadrati nei Paesi extra UE. La produzione totale nel territorio FEP è aumentata dell’1,6% con un volume di 78.003.330 di metri quadrati. Il dato tiene conto della produzione totale in Europa (Paesi FEP + Paesi non FEP in Europa) e implica che la produzione 2019 totale è aumentata leggermente, dello 0,7% e ha superato i 92 milioni di metri quadrati. I consumi nell’area FEP sono aumentati dell’1,2% Confrontando 2018 e 2019, i consumi nell’area FEP sono aumentati dell’1,2%, raggiungendo gli 81.766.700 metri quadrati rispetto agli 80.827.900 metri quadrati dell’anno precedente. Multistrato al primo posto in classifica per produzione La produzione totale di parquet per tipologia, nel 2019, rimane stabile come rivelato dal 2010 in poi. Il multistrato risulta al primo posto in classifica con l’83% (rispetto all’82% nel 2018), seguito dal massiccio (incluso lamparquet) con il 16% (rispetto al 17% nel 2018) e dal mosaico che con il suo 1% resta stabile. La Polonia guida la produzione di parquet con il 16,86% Le cifre relative alla produzione assoluta per Paese ci dicono che è la Polonia a mantenere una posizione di vertice, con il 16,86%. La Svezia si colloca al secondo posto, con il 14,50%. Segue l’Austria, con il 12,45%. Mentre la Germania si trova al quarto posto, con l’11,25%. Italia al terzo posto, con il 10,57%, per consumi In termini di consumo per Paese, la Germania rafforza la sua prima posizione con il 21,08%. La Francia è al 10,60% e l’Italia al 10,57%. La Svezia, con il 10,07%, ottiene il quarto posto. L’Austria, con l’8,04% mantiene la sua quinta posizione mentre seguono il Nordic Cluster (Svezia, Danimarca, Norvegia, Finlandia e Islanda), con il 7,21%; la Svizzera, con il 7,02%; e la Spagna, con il 7,02%. Nell’area FEP il consumo pro capite di parquet resta stabile a 0,19 metri quadrati Per quanto riguarda il consumo pro capite di parquet, la Svezia mantiene il primo posto, con 0,80 […]

Read more

FEP: I MERCATI DEL PARQUET DEL SUD EUROPA FANNO I CONTI CON LA CRISI DA COVID-19

8 Aprile 2020

FEP: I MERCATI DEL PARQUET DEL SUD EUROPA FANNO I CONTI CON LA CRISI DA COVID-19 Il Consiglio di Amministrazione della Federazione Europea del Parquet (FEP) si è riunito virtualmente il 2 aprile scorso e ha discusso, tra l’altro, della situazione del parquet e dei primi impatti della crisi da COVID-19 sui mercati europei. Il trend stabile di gennaio e febbraio 2020 ha subito una battuta d’arresto a marzo Dopo un inizio generalmente positivo dei mercati europei del parquet nei mesi di gennaio e febbraio 2020, con andamenti stabili o leggermente in crescita, il mese di marzo ha provocato una battuta d’arresto su tutto il territorio europeo. Un cambio di rotta dovuto al diffondersi del Coronavirus. Consumi stabili in Scandinavia, Paesi Baltici e Germania Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, i dati provvisori dei primi tre mesi del 2020 indicano un consumo stabile di parquet in Scandinavia (tranne in Svezia, per ragioni strutturali), nei Paesi Baltici (Estonia, Lettonia e Lituania) e anche in Germania dove, per il momento, l’attività legata al parquet sta proseguendo. La situazione nel sud Europa Tutt’altra situazione nel sud Europa che sta facendo i conti con misure restrittive più severe e dove si sta già registrando un calo significativo del consumo di parquet. Sebbene, al momento, sia impossibile prevedere quando ripartiranno le attività e in che modo si evolveranno i consumi, è ovvio che questa crisi avrà ripercussioni a lungo termine e significative sull’economia e sull’industria europea. Il focus dettagliato Paese per Paese Austria Le vendite di parquet sono diminuite significativamente del 10% durante il primo trimestre 2020 rispetto ai primi tre mesi del 2019. L’attività è stata buona a gennaio e febbraio, ma il mercato è crollato a marzo. Alcune aziende hanno interrotto le attività, i negozi sono chiusi o funzionano solo online. Paesi Baltici I mercati di parquet dei Paesi Baltici sono rimasti invariati durante il primo trimestre 2020. Al momento le attività proseguono. Danimarca Il mercato danese del parquet si è mostrato statico nel primo trimestre 2020. Il mercato del progetto sta ancora dando segni positivi mentre i negozi al dettaglio, causa crisi, hanno iniziato a chiudere. Tuttavia, le persone stanno proseguendo le loro attività lavorative da casa per far fronte all’emergenza e rinnovarsi. Finlandia Se finora il mercato finlandese non sembra essere colpito dalla crisi, la costruzione di nuovi edifici è in calo. Nel complesso, le vendite di parquet si sono mostrate stabili sul mercato finlandese durante il primo trimestre 2020. Francia Rispetto ai primi tre mesi del 2019, il consumo di parquet è diminuito del 15-17% durante il primo trimestre 2020. Gennaio e febbraio sono stati normali mesi di attività, ma il mercato francese del parquet è crollato a marzo. Tutti i negozi sono chiusi. Tutte le fabbriche hanno interrotto le loro attività. Germania Le vendite di parquet si sono rivelate stabili (dallo 0% all’1%) in Germania durante il primo trimestre 2020. Il mercato tedesco è rimasto invariato fino all’inizio di marzo, con un trend positivo rispetto al 2019. I negozi al dettaglio attualmente sono chiusi ma quelli di bricolage sono aperti quasi ovunque. Aziende e installatori sono al lavoro. […]

Read more

Mercato europeo del parquet: situazione stabile nel 2019

19 Gennaio 2020

Mercato europeo del parquet: situazione stabile nel 2019 FEP, la Federazione Europea dell’Industria del Parquet, stima che i dati sul consumo complessivo di parquet nel Vecchio Continente per l’anno 2019 confermeranno un mercato sostanzialmente stabile. Stilato sulla base delle informazioni ottenute dalle aziende associate e dalle associazioni nazionali, il documento si configura come una previsione preliminare, ed è l’elaborazione dei report discussi con i rappresentanti dei Paesi membri durante la recente riunione del Consiglio di Amministrazione FEP che si è tenuta in occasione della fiera Domotex di Hannover. FEP sottolinea che si tratta di una prima analisi soggetta a variazioni, in previsione dei dati completi che saranno comunicati durante l’Assemblea generale annuale FEP, prevista l’11 e 12 giugno ad Amburgo. Ripresa dei consumi in Germania Dopo un 2018 caratterizzato da un calo moderato, i dati sui consumi di parquet in Europa sono leggermente migliorati durante il 2019. Come al solito, i risultati mostreranno le variazioni Paese per Paese. La stabilizzazione del mercato riflette principalmente la moderata ripresa del consumo di parquet in Germania, il più grande mercato europeo del parquet. Ma riguarda anche l’Austria, la Francia, la Polonia e la Spagna. Tuttavia, questi sviluppi positivi devono essere bilanciati con le diminuzioni osservate sui mercati italiano, svedese e svizzero, nonché in parte del cluster nordico (Danimarca, Finlandia e Norvegia). Guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina Per quanto riguarda la concorrenza, ovvero la crescente presenza di prodotti dall’aspetto simile al legno, in particolare le piastrelle in vinile di lusso (LVT), gli esperti del settore sottolineano le incertezze causate dalla cosiddetta “guerra commerciale” tra gli Stati Uniti e la Cina. Le opportunità del Green Deal Al contrario, FEP vede il Green Deal europeo – pubblicato l’11 dicembre 2019 dalla nuova Commissione e adottato dal Parlamento europeo lo scorso 15 gennaio 2020 – quale opportunità per i produttori di pavimento in legno, e accoglie con favore la forte attenzione alla costruzione e alla ristrutturazione. Il legno? Un prodotto circolare e sostenibile L’industria europea del parquet offre, dunque, un prodotto circolare e sostenibile che risparmia carbonio e rappresenta un’alternativa a soluzioni altamente energivore e che sfruttano fonti fossili. L’industria europea del parquet sostiene, in questo modo, l’UE nel raggiungimento degli obiettivi del suo Green Deal, per far fronte ai cambiamenti climatici. Assemblea generale 2020 Come annunciato durante la riunione annuale dello scorso anno a Lisbona, la 64esima Assemblea Generale FEP e il 45esimo Congresso sul parquet si terranno l’11 e il 12 giugno 2020 nella città tedesca di Amburgo. Parteciperanno all’evento i membri FEP, gli ospiti internazionali e i rappresentanti della stampa.

Read more

FEP: dati diversificati sui mercati europei del parquet

22 Ottobre 2019

FEP: dati diversificati sui mercati europei del parquet Il Consiglio di Amministrazione della Federazione Europea del Parquet (FEP) si è riunito lo scorso 2 ottobre 2019 per discutere, tra le altre cose, del tema parquet e dei recenti sviluppi economici sui mercati europei. Sviluppi positivi in Germania, Austria, Francia, Polonia e Spagna. Situazione stabile o in lieve calo in Italia, Svizzera e Benelux Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, i risultati provvisori per il primo semestre 2019 indicano tendenze contrastanti. Da un lato, i consumi continuano a mostrare sviluppi positivi in Germania (il più grande mercato europeo di parquet), Austria, Francia, Polonia e Spagna; dall’altro, si osserva un andamento dei consumi “piatto” o in lieve calo, in Italia, Svizzera e Benelux. La Scandinava, in particolare, presenta il quadro più contrastante. La competizione del Luxury Vinyl Tiles (LVT) La competizione del Luxury Vinyl Tiles (LVT) si fa sentire in tutta Europa. Ma, in termini di concorrenza, secondo il Consiglio di Amministrazione FEP, a entrare in gioco è la cosiddetta “guerra commerciale” tra Stati Uniti e Cina sul mercato Europeo. Tali effetti sono stati recentemente acuiti da un ulteriore round di aumenti sulle tariffe. Il focus dettagliato Paese per Paese Austria Il mercato austriaco del parquet si è rivelato performante durante il primo semestre 2019 rispetto allo stesso periodo 2018, anche se si prevede che i consumi rallenteranno durante il terzo trimestre dell’anno. Belgio Le informazioni disponibili mostrano un mercato piatto o in calo nei primi sei mesi del 2019. Mentre non si prevede una ripercussione di questa tendenza nel secondo semestre. Danimarca I dati raccolti indicano un’accelerazione del mercato danese del parquet nella prima parte del 2019, ma, poiché le vendite di nuove abitazioni nelle città stanno diminuendo, si teme che questa tendenza non possa durare nel tempo. Finlandia Le vendite di parquet continuano a crescere, ma il mercato finlandese è carente in termini di visibilità e qualsiasi picco di attività non riesce a emergere. Francia Buone performance nella prima metà del 2019, in crescita rispetto allo stesso periodo del 2018, soprattutto nel primo trimestre. Germania Dopo la ripresa e un leggero miglioramento nel primo semestre, il mercato tedesco ha trovato la sua stabilità; non si prevedono pertanto ulteriori picchi nei consumi da qui alla fine del 2019. La crescita sull’intero anno dovrebbe attestarsi attorno all’1%. Italia Le vendite di parquet in Italia sono diminuite durante i primi sei mesi del 2019 rispetto allo stesso periodo del 2018, riflettendo la stagnazione economica del Paese, un basso livello delle attività nell’ambito delle costruzioni e un mercato delle ristrutturazioni in calo. Paesi Bassi Le informazioni ricevute indicano un calo delle vendite di parquet nella prima metà dell’anno. Questo rallentamento potrebbe continuare anche fino a dicembre a causa della concorrenza delle soluzioni in LVT. Norvegia I dati raccolti mostrano una contrazione significativa nel primo semestre 2019. Anche qui pare abbia inciso la concorrenza dell’LVT. Polonia Il consumo di parquet nel Paese è aumentato nella prima metà del 2019 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Spagna Il mercato del parquet in Spagna è leggermente migliorato nella prima metà del 2019. Tuttavia, la performance è andata via via rallentando e […]

Read more