PAVIMENTAZIONI DI LEGNO PER ESTERNO E NORMA UNI 11538–1:2014

23 Gennaio 2019

PAVIMENTAZIONI DI LEGNO PER ESTERNO E NORMA UNI 11538–1:2014 Delle pavimentazioni di legno per esterno e della norma UNI 11538–1:2014 si è fatto cenno in uno degli ultimi appuntamenti dell’AIPPL Academy di Rimini (12 ottobre 2018). Scopriamo, dunque, qual è lo scopo e il campo di applicazione della norma partendo dalla definizione. La norma «definisce le caratteristiche pertinenti e i metodi di valutazione per determinare le caratteristiche degli elementi di rivestimento di legno massiccio e/o giuntati di testa e/o multistrato utilizzati in pavimentazione esterne, per impiego mediante fissaggio meccanico al piano di posa». La UNI 11538–1:2014 si arricchisce di una seconda parte, la UNI 11538-2:2018, che fissa i requisiti degli elementi di appoggio e di fissaggio e le modalità di posa in opera delle pavimentazioni, oggetto di un prossimo articolo della sezione “Approfondimenti” www.aippl.it. Soffermandoci sulla UNI 11538–1:2014, vengono specificate le caratteristiche degli elementi di legno e i requisiti degli elementi di rivestimento. Riportiamo di seguito un abstract delle dispense tecniche, invitando gli interessati ad associarsi AIPPL per consultare i materiali nella versione integrale. Caratteristiche degli elementi di legno Durabilità In merito alla durabilità, la UNI 11538–1:2014 non riguarda gli elementi di legno sottoposti a trattamenti diversi da quelli di impregnazione (quali legno modificato termicamente, legno acetilato, ecc.) per i quali occorre fare riferimento alle indicazioni fornite dal fabbricante. Resistenza alle termiti Sulla resistenza alle termiti, la norma distingue tre diversi livelli: resistente (R), moderatamente resistente (MR), non resistente (NR). Resistenza ai funghi Riguardo la resistenza alle termiti, la UNI 11538–1:2014 elenca cinque livelli: molto durabile, durabile, moderatamente durabile, poco durabile, non durabile. Per specifiche tecniche e tabelle, rinviamo ai materiali integrali della norma, disponibili per i soci AIPPL. Durezza La durezza, esplicitata nella norma, viene rappresentata nella seguente tabella: Stabilità dimensionale e coefficiente di snellezza minimo Stabilità dimensionale (secondo UNI EN 1910) e coefficiente di snellezza minimo, contenute nella norma, sono rappresentate nella seguente tabella: Caratteristiche delle specie legnose Per conoscere le caratteristiche principali delle specie legnose comunemente utilizzate rimandiamo ai materiali integrali della norma, disponibili per i soci AIPPL. Elementi giuntati di testa e/o multistrato Riguardo gli elementi giuntati di testa e/o multistrato la UNI 11538–1:2014 esplicita l’idoneità degli adesivi impiegati in relazione alle condizioni d’uso esterne (elementi non riparati e non a contatto con il terreno) distinguendo tra: – Elementi multistrato: adesivi classe D4 secondo UNI EN 205 – Elementi giuntati di testa: adesivi conformi alla UNI EN 301 (per usi strutturali) Requisiti degli elementi di rivestimento La UNI 11538–1:2014 elenca diversi requisiti degli elementi di rivestimento. Ne indichiamo di seguito alcuni, rinviando, per le specifiche, ai materiali integrali della norma disponibili per i soci AIPPL: – Caratteristiche meccaniche – Aspetto – Caratteristiche geometriche – Spessore ovvero spessore nominale minimo (mm) – Tolleranze dimensionali – Deformazioni massime – Regole di snellezza – Vincoli di forma – Umidità – Aspetto superficiale – Informazioni alla consegna

Read more