AIPPL ACADEMY 2019 – 1° GIORNATA FORMATIVA

24 Marzo 2019

AIPPL ACADEMY 2019 – 1° GIORNATA FORMATIVA RIMINI – 22 MARZO POSARE NON È PIÚ SUFFICIENTE Come una buona gestione amministrativa e una semplice comunicazione possono aiutare la vostra attività   Nella cornice del Litoraneo Suite Hotel di Rimini si è svolta la prima giornata formativa di AIPPL ACADEMY. Oltre 50 i partecipanti: tra soci “storici” e nuovi associati che, per la prima volta, hanno condiviso questo importante momento di “vita associativa”. I lavori sono stati aperti dal Presidente, Dalvano Salvador che, dopo aver accolto i colleghi e ricordato il programma della giornata, ha dato avvio al corso, ricordando l’importanza della formazione e della condivisione di informazioni, esperienze e conoscenze. La parola è poi passata al Consigliere AIPPL Stiven Tamai che ha presentato il nuovo progetto editoriale dell’Associazione: Parquet e Posa, magazine di riferimento per l’informazione tecnico professionale del mondo della posa e delle pavimentazioni di legno. Uno strumento informativo di approfondimento su tematiche tecniche e di posa, su innovazioni e applicazioni di prodotto e di progetto. Stampata in oltre 1.000 copie, inviate a posatori, punti vendita con posa e aziende di produzione, Parquet e Posa ha anche una versione digitale, con una copertura di circa 8.000 contatti del mondo retail. Un progetto, frutto del lavoro e dell’impegno di AIPPL – e dunque del Consiglio Direttivo, dei soci, della segreteria, dei collaboratori, e dei professionisti che, da anni, sostengono l’Associazione – ma anche del supporto delle aziende partner, a cui AIPPL conta di restituire contatti e nuove opportunità commerciali. La giornata è proseguita con l’intervento di Paola Pauletti, esperta in contabilità industriale e fiscale. Tanti i temi trattati: distinzione e gestione dei costi fissi e costi variabili, quantificazione dei costi al metro quadro, ottimizzazione dei costi di gestione, calcolo del proprio punto di equilibrio. A concludere la sessione formativa Carlo Visenti, esperto marketing e comunicazione aziendale. L’intervento ha toccato diversi aspetti della comunicazione aziendale, incentrandosi sulle modalità con cui gli elementi più conosciuti della comunicazione aziendale (biglietti da visita, punto vendita, sito, social, ecc.) possano determinare un maggior interesse per la propria azienda da parte del mercato. Gli interventi dei relatori sono stati completati dalle presentazioni di due aziende sponsor, INTERWOOD e OLDFLOOR ITALY, che hanno illustrato ai partecipanti le peculiarità delle loro produzioni e le più recenti novità. La giornata è stata animata da tante domande e richieste di approfondimenti, dalla condivisione di esperienze personali e dall’analisi di problematiche ricorrenti con l’individuazione di soluzioni e proposte operative. Le presentazioni sono disponibili per i soci nella parte privata del sito.   I saluti del Presidente AIPPL, Dalvano Salvador, e l’apertura dei lavori Le aziende sponsor Il Consigliere AIPPL, Stiven Tamai, presenta il magazine dell’Associazione, Parquet e Posa L’intervento di Paola Pauletti, esperta in contabilità industriale e fiscale Le presentazioni delle aziende sponsor INTERWOOD e OLDFLOOR ITALY L’intervento di Carlo Visenti, esperto marketing e comunicazione aziendale    

Read more

RESPONSABILITÁ DELL’IMPRESA ARTIGIANA NEI CONFRONTI DEL COMMITTENTE

19 Febbraio 2019

RESPONSABILITÁ DELL’IMPRESA ARTIGIANA NEI CONFRONTI DEL COMMITTENTE Quali sono le responsabilità del posatore nei confronti del committente? A questa domanda hanno risposto gli avvocati Alberto Conti e Nicola Barbaro dello Studio legale Bassilana e Associati di Milano (consulenti di AIPPL dal 2016) nel corso dell’AIPPL Academy che si è tenuta lo scorso 12 ottobre 2018 a Rimini. Gli aspetti trattati Tanti gli aspetti trattati durante l’Academy: dalla nozione di «contratto d’opera» alle fonti normative fino alle garanzie dell’impresa artigiana. Ci soffermiamo, in questo articolo, sulle fonti normative e sulle garanzie dell’imprese artigiana riportando un abstract delle dispense tecniche. Per la consultazione dei materiali nella versione integrale invitiamo gli interessati ad associarsi AIPPL. LE FONTI NORMATIVE Codice Civile e ambito di applicazione Si applica la disciplina prevista dal Codice Civile quando il posatore esegue un lavoro in favore di un soggetto che opera nell’esercizio della propria attività professionale (aziende, studi professionali, esercizi commerciali, ecc.) Codice del Consumo e ambito di applicazione Si applica la disciplina prevista dal Codice del Consumo (D. Lgs. 206/2005) quando il posatore esegue un lavoro in favore di un consumatore dove per consumatore si intende «la persona fisica che agisce per scopi estranei all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta» (art. 3 del Codice del Consumo, con riferimento, per esempio, alla fornitura e posa in opera di pavimenti in legno eseguite presso e a servizio della casa di abitazione del committente). Differenza La disciplina prevista dal Codice del Consumo è più favorevole al consumatore rispetto a quella prevista dal Codice Civile, in quanto – essendo questi “parte debole”, con minori conoscenze tecniche e, talvolta, con minor potere economico – gli vengono concesse maggiori tutele, ad esempio sotto il profilo dell’estensione temporale delle garanzie. LE GARANZIE DEL CODICE CIVILE Secondo l’Articolo 2226 del Codice Civile «1. L’accettazione espressa o tacita dell’opera libera il prestatore d’opera dalla responsabilità per difformità o per vizi della medesima, se all’atto dell’accettazione questi erano noti al committente o facilmente riconoscibili, purché in questo caso non siano stati dolosamente occultati. 2. Il committente deve, a pena di decadenza, denunziare le difformità e i vizi occulti al prestatore d’opera entro otto giorni dalla scoperta. L’azione si prescrive entro un anno dalla consegna. 3. I diritti del committente nel caso di difformità o di vizi dell’opera sono regolati dall’articolo 1668». In questo quadro, dunque: 1. Il posatore è responsabile sia per i difetti di qualità dell’opera (vizi), sia per le discordanze fra le caratteristiche della stessa e le regole convenzionali e dell’arte (difformità) che avrebbero dovuto essere seguite nella sua esecuzione. L’accettazione è il negozio unilaterale recettizio, a forma libera, con il quale il committente dichiara al prestatore d’opera di ritenere l’opera conforme alle pattuizioni e alle regole dell’arte e, se non accompagnata da riserve, produce l’effetto della liberazione del prestatore d’opera dalla responsabilità per vizi e difformità palesi. 2. L’onere della prova della sussistenza dei vizi e delle difformità è a carico del committente. Il termine di 8 giorni per la denuncia dei vizi e delle difformità, decorrente dalla relativa scoperta, è previsto a pena di decadenza. 3. Secondo l’Art. 1668 del Codice Civile, […]

Read more

UN NUOVO ANNO INSIEME ANTICIPAZIONI PROGRAMMA 2019

8 Febbraio 2019

UN NUOVO ANNO INSIEME Anticipazioni Programma attività associative 2019   AIPPL Academy prosegue le sue attività di aggiornamento e qualificazione professionale sviluppata in questi anni dall’Associazione. Un percorso formativo e di aggiornamento delineato sulla base delle modalità operative e gestionali sviluppate nelle fasi di analisi del lavoro da realizzare e durante l’attività di posa nel suo complesso. Negli incontri saranno anche illustrate le recenti novità in campo normativo. I corsi si terranno presso Litoraneo Suite Hotel viale Regina Elena, 22 47921 Rimini Durata corsi dalle ore 9.00 alle ore 18.00   Come partecipare La partecipazione è gratuita per gli associati AIPPL e a pagamento per i non soci (150,00 euro + Iva a giornata). Le giornate formative sono propedeutiche al sostenimento dell’esame previsto per l’ottenimento della qualificazione professionale secondo la norma UNI 11556 Posatori di pavimentazioni e rivestimenti di legno e/o base legno. Requisiti di conoscenza, abilità e competenza. Sessioni d’esami con certificazione ICMQ/ACCREDIA Nell’ambito delle giornate formative, sono previsti degli spazi a disposizione delle aziende sponsor che, a rotazione, si presenteranno ai partecipanti. Di ogni incontro riceverete invito, programma dei lavori e scheda di partecipazione.   Ecco le anticipazioni del programma AIPPL Academy, che aggiorneremo sul nostro sito: 1° GIORNATA – 22 MARZO Posare non è più sufficiente: come una buona gestione amministrativa e una semplice comunicazione possono aiutare la vostra attività Saper distinguere e gestire costi fissi e costi variabili; come quantificare i costi al metro quadro; ottimizzare i costi di gestione; come calcolare il proprio punto di equilibrio. Relatore: PAOLA PAULETTI – ESPERTA IN CONTABILITÁ INDUSTRIALE E FISCALE Come far sì che gli elementi più conosciuti della comunicazione aziendale (biglietti da visita, punto vendita, sito, social, ecc.) possano determinare un maggior interesse per la vostra azienda da parte del mercato. Relatore: CARLO VISENTI – ESPERTO MARKETING E COMUNICAZIONE AZIENDALE 2° GIORNATA – 24 MAGGIO Pavimentazione per esterno, Pavimentazioni sportive, Termografia Pavimentazioni per esterno: illustrazione della norma UNI 11538-1:2014 Pavimentazioni di legno per esterni – Elementi di legno. Requisiti e della norma UNI 11538-2:2018 Pavimentazioni di legno per esterni – Requisiti degli elementi di appoggio e di fissaggio e modalità di posa in opera delle pavimentazioni Pavimentazioni sportive: materiali, caratteristiche, modalità di posa, normative e tracciati Termografia: principi di funzionamento e utilizzo degli strumenti 3° GIORNATA – 21 GIUGNO Mattina Sicurezza e salute sul lavoro, Gestione dei rifiuti Sicurezza e salute sul lavoro: pericoli e rischi delle specifiche attività Gestione dei rifiuti: corretto smaltimento dei materiali utilizzati o derivati dalle lavorazioni quali imballaggi, teli in plastica, bidoni di plastica/metallo con residui di adesivo, pezzi di parquet con residui di adesivo e/o cemento, taniche in plastica contenenti prodotti vernicianti, ecc. Pomeriggio Assemblea annuale Assemblea annuale riservata ai soci AIPPL 4° GIORNATA – 13 SETTEMBRE Qualità e sistemi di trattamento dell’aria: benessere indoor Come migliorare la qualità dell’aria in ambienti chiusi e quali sistemi adottare per il trattamento dell’aria e il benessere indoor 5° GIORNATA – 11 OTTOBRE Parquet abbinato a impianti radianti a bassa o alta inerzia, Aggiornamento normativo del settore Parquet abbinato a impianti radianti a bassa o alta inerzia Aggiornamento normativo del settore CONVEGNO NAZIONALE – 22 NOVEMBRE (Luogo e […]

Read more

PAVIMENTAZIONI DI LEGNO PER ESTERNO E NORMA UNI 11538-2:2018

28 Gennaio 2019

PAVIMENTAZIONI DI LEGNO PER ESTERNO E NORMA UNI 11538-2:2018 Dopo aver trattato, in un precedente articolo, la UNI 11538-1:2014 sulle pavimentazioni di legno per esterno, ci soffermiamo sulla UNI 11538-2:2018 cui si è fatto cenno in uno degli ultimi appuntamenti dell’AIPPL Academy di Rimini (12 ottobre 2018). La UNI 11538-2:2018 parla dei requisiti degli elementi di appoggio e di fissaggio e della modalità di posa in opera delle pavimentazioni. Segue, nei prossimi paragrafi, un abstract delle dispense tecniche, la cui versione integrale è accessibile ai soci AIPPL. Scopo e campo di applicazione La UNI 11538-2:2018 definisce «le tipologie e le caratteristiche pertinenti degli elementi di appoggio delle pavimentazioni di legno per esterni, posate mediante fissaggio meccanico o a incastro, e degli elementi di fissaggio stesso. Essa definisce inoltre le modalità di posa in opera delle pavimentazioni per esterno per impiego permanente». La norma si applica agli elementi di appoggio di legno compresi quelli con durabilità indotta (per esempio mediante impregnazione, trattamento superficiale, ecc.) metallo, plastica o altri materiali. Per scoprire cosa la norma non tratta, accedi alle dispense tecniche nella versione integrale, associandoti AIPPL. Supporto Il supporto, ovvero la struttura su cui sono posati gli elementi di appoggio o gli elementi intermedi o distanziatori della pavimentazione, deve garantire il deflusso delle acque meteoriche mediante opportune pendenze, almeno pari a 1%, e/o sistemi di drenaggio che impediscano il ristagno. Nel caso di supporti realizzati con materiali igroscopici (per esempio, materiali cementizi) occorre prevedere l’impermeabilizzazione del supporto stesso al fine di preservare l’integrità e la funzionalità del sistema complessivo di pavimentazione. L’impermeabilizzazione deve essere eseguita su supporti privi di acqua libera, per esempio di ristagno. Per supporti cementizi, l’impermeabilizzazione realizzata mediante applicazione di idoneo primer può essere eseguita con umidità del massetto prescritta dal fabbricante del primer. Elementi intermedi o distanziatori Gli elementi intermedi o distanziatori sono costituiti da supporti o spessori ad altezza fissa, da martinetti regolabili in altezza per poter stabilire la quota definita della pavimentazione o compensare eventuali dislivelli e pendenze al fine di ottenere una superficie calpestabile planare. Tali elementi devono resistere agli agenti atmosferici, alle temperature di esercizio cui sarà soggetta la pavimentazione, alle sollecitazioni meccaniche previste in sede progettuale e ai prodotti impiegati in fase di manutenzione e di pulizia. In fase di posa della pavimentazione di legno e in funzione della tipologia di pavimentazione stessa gli elementi intermedi sia ad altezza fissa che variabile possono essere sormontati da elementi lineari di appoggio, generalmente di legno, disposti a orditura semplice o doppia sui quali è poi fissata la pavimentazione. Elementi di appoggio Gli elementi di appoggio della pavimentazione di legno possono essere costituiti da elementi lineari di legno (travetti, morali, ecc.), metallo (alluminio, acciaio, ecc.) plastica, materiali compositi o altri materiali, posati su supporto di calcestruzzo, legno o metallo, disposti a orditura semplice o doppia. Agli elementi di appoggio lineari sono fissati, mediante opportuni sistemi, gli elementi di rivestimento della pavimentazione. Gli elementi di appoggio possono essere direttamente integrati negli elementi di rivestimento, per esempio nel caso di porzioni di pavimentazione preassemblata. Per quel che riguarda il dimensionamento e la scelta degli elementi di appoggio, nonché […]

Read more

PAVIMENTAZIONI DI LEGNO PER ESTERNO E NORMA UNI 11538–1:2014

23 Gennaio 2019

PAVIMENTAZIONI DI LEGNO PER ESTERNO E NORMA UNI 11538–1:2014 Delle pavimentazioni di legno per esterno e della norma UNI 11538–1:2014 si è fatto cenno in uno degli ultimi appuntamenti dell’AIPPL Academy di Rimini (12 ottobre 2018). Scopriamo, dunque, qual è lo scopo e il campo di applicazione della norma partendo dalla definizione. La norma «definisce le caratteristiche pertinenti e i metodi di valutazione per determinare le caratteristiche degli elementi di rivestimento di legno massiccio e/o giuntati di testa e/o multistrato utilizzati in pavimentazione esterne, per impiego mediante fissaggio meccanico al piano di posa». La UNI 11538–1:2014 si arricchisce di una seconda parte, la UNI 11538-2:2018, che fissa i requisiti degli elementi di appoggio e di fissaggio e le modalità di posa in opera delle pavimentazioni, oggetto di un prossimo articolo della sezione “Approfondimenti” www.aippl.it. Soffermandoci sulla UNI 11538–1:2014, vengono specificate le caratteristiche degli elementi di legno e i requisiti degli elementi di rivestimento. Riportiamo di seguito un abstract delle dispense tecniche, invitando gli interessati ad associarsi AIPPL per consultare i materiali nella versione integrale. Caratteristiche degli elementi di legno Durabilità In merito alla durabilità, la UNI 11538–1:2014 non riguarda gli elementi di legno sottoposti a trattamenti diversi da quelli di impregnazione (quali legno modificato termicamente, legno acetilato, ecc.) per i quali occorre fare riferimento alle indicazioni fornite dal fabbricante. Resistenza alle termiti Sulla resistenza alle termiti, la norma distingue tre diversi livelli: resistente (R), moderatamente resistente (MR), non resistente (NR). Resistenza ai funghi Riguardo la resistenza alle termiti, la UNI 11538–1:2014 elenca cinque livelli: molto durabile, durabile, moderatamente durabile, poco durabile, non durabile. Per specifiche tecniche e tabelle, rinviamo ai materiali integrali della norma, disponibili per i soci AIPPL. Durezza La durezza, esplicitata nella norma, viene rappresentata nella seguente tabella: Stabilità dimensionale e coefficiente di snellezza minimo Stabilità dimensionale (secondo UNI EN 1910) e coefficiente di snellezza minimo, contenute nella norma, sono rappresentate nella seguente tabella: Caratteristiche delle specie legnose Per conoscere le caratteristiche principali delle specie legnose comunemente utilizzate rimandiamo ai materiali integrali della norma, disponibili per i soci AIPPL. Elementi giuntati di testa e/o multistrato Riguardo gli elementi giuntati di testa e/o multistrato la UNI 11538–1:2014 esplicita l’idoneità degli adesivi impiegati in relazione alle condizioni d’uso esterne (elementi non riparati e non a contatto con il terreno) distinguendo tra: – Elementi multistrato: adesivi classe D4 secondo UNI EN 205 – Elementi giuntati di testa: adesivi conformi alla UNI EN 301 (per usi strutturali) Requisiti degli elementi di rivestimento La UNI 11538–1:2014 elenca diversi requisiti degli elementi di rivestimento. Ne indichiamo di seguito alcuni, rinviando, per le specifiche, ai materiali integrali della norma disponibili per i soci AIPPL: – Caratteristiche meccaniche – Aspetto – Caratteristiche geometriche – Spessore ovvero spessore nominale minimo (mm) – Tolleranze dimensionali – Deformazioni massime – Regole di snellezza – Vincoli di forma – Umidità – Aspetto superficiale – Informazioni alla consegna

Read more